SEAN TAYLOR il giovane chitarrista con la grinta di John Martyn

Musicista e compositore, con tanta voglia di venire a esibirsi in Italia, il giovane londinese Sean Taylor, che canta e suona la chitarra, è rapidamente cresciuto, sino a diventare uno dei nomi nuovi più caldi nella scena Britannica blues/acustica. La sua incredibile passione per il palco, l’assoluto talento e la capacità di scrittura fanno sì che in molti lo paragonino a John Martyn e Tom Waits.

In Chase the Night (del 2013) troviamo invece Danny Thompson, alla cui festa di compleanno a Londra ha partecipato con Eric Bibb lo stesso Sean, che ha poi suonato col grande Danny in Inghilterra in varie situazioni.

“Sean Taylor è un moderno trovatore dal meraviglioso talento le cui canzoni sincere e riflessive che subito vi prendono. Ho avuto il piacere di divider il palco con lui. Ha lo swing giusto, non perdetelo di vista!” Eric Bibb

– – – –

Ma lasciamo che sia lo stesso Sean a raccontarci com’è nato l’album più recente, The Only Good Addiction Is Love, pubblicato nell’estate del 2015: “Essere un artista vuol dire operare delle connessioni, e talvolta queste vanno dritte al nocciolo della questione, come scrivere una canzone d’amore quando sei innamorato o una canzone sull’avere il cuore spezzato proprio quando lei ti ha lasciato. Nel mio ultimo disco ‘The Only Good Addiction Is Love’ ho cercato riferimenti più astratti e impegnativi. Già il titolo è una citazione dell’ex presidente dell’Uruguay, Jose ‘Pepe’ Mujica, che lasciava il novanta per cento del proprio stipendio in beneficenza e si rifiutava di vivere nel palazzo presidenziale, preferendovi la fattoria con sua moglie e un cane con tre sole zampe. La canzone ‘Rothko’ è un omaggio al pittore espressionista astratto Mark Rothko, le cui installazioni sono un inno alla bellezza. Lo stesso per la spagnoleggiante strumentale ‘Lorca’, un urlo al mio poeta favorito, Federico Garcia Lorca. La prima volta che mi è capitato di leggerlo, un intero mondo mi si è illuminato, e ho scritto venti canzoni in pochi giorni. A Lorca faccio ancora riferimento in ‘Tienes Mi Alma En Tus Manos’, il cui titolo viene dal romanzo di Don Winslow ‘The Power Of The Dog’, un’opera profondamente violenta ma con momenti di grande umanità. ‘Desolation Angels’ è un racconto di Jack Kerouac in cui lo scrittore Beat fugge le selvagge tentazioni della città per vivere come ranger pompiere nella foresta, lavoro che gli dona serenità nel creare la sua opera artistica. ‘Les Rouges Et Les Noirs’ è ispirato a un dipinto di Paul Klee, artista dai molteplici talenti passato attraverso vari movimenti. L’album si chiude con un poema di W. B. Yeats: ‘The White Birds’ nella forma di una canzone in levare che celebra i bianchi uccelli sulla schiuma del mare. La poesia e il linguaggio hanno sempre avuto una grande influenza sul mio modo di scrivere canzoni, ho sempre creduto che le parole siano molto di più delle parole stesse.

I miei dischi precedenti riguardavano principalmente la mia città di Londra, e la dura esistenza di un trovatore. ‘The Only Good Addiction Is Love’ è un passo deliberato verso una più sentita sfida a un mondo di apparenze. Verità nella bellezza, bellezza nella verità…”
The Only Good Addiction Is Love – incluso dal Daily Telegraph tra i migliori album folk del 2015 – è stato registrato negli studi Congress House di Austin col produttore Mark Hallman (Carole King, Ani Di Franco) e vede la partecipazione del leggendario contrabbassista Danny Thompson, che mi accompagna abitualmente in tour.

– – – –

Disponibile per concerti & festival. Infoline: 035/73.20.05 – 348/44.66.307