Bap Kennedy (June 17, 1962 – November 1, 2016)

Bap ha perso la sua battaglia contro il cancro che l’aveva impegnato ormai da diversi mesi. Nel suo sito e sulla pagina facebook il triste annuncio dei familiari e amici: “Siamo affranti nel comunicare che Bap ci ha lasciati la sera del 1° novembre. Bap è stato estremamente coraggioso fino alla fine. Vogliamo ringraziare tutti per i messaggi di sostegno arrivati nei mesi scorsi, che hanno voluto dire molto per Bap e Brenda, e hanno aiutato Bap ad affrontare il duro percorso e mantenersi positivo seppur nella sofferenza. Siamo anche estremamente grati a tutto lo staff della clinica Marie Curie per la gentilezza e il calore che ci hanno regalato.”

Bap Kennedy era uno degli artisti di punta di Geomusic, e ci aveva colpiti da subito per la sua affabile bontà, pur essendo uno degli artisti più importanti del songwriting irlandese e internazionale, qualità che l’aveva portato a lavorare con artisti del calibro di Mark Knopfler, che ha così commentato: “Questa è davvero una brutta notizia. Bap era un cantautore e compositore dotato di grande talento, che dedicava tutto il proprio tempo a dare forma alla sua arte. Io non ho che bei ricordi dei momenti trascorsi insieme, dei nostri giorni e delle nostre notti passati in studio o sulla strada”.

Fa venire la pelle d’oca sentire cosa ha scritto il 31 luglio, in uno dei suoi ultimi interventi nel blog che ha tenuto per tutto il periodo della degenza.

“L’operazione ha lasciato una cicatrice piuttosto ampia. Quando mi hanno aperto, i chirurghi hanno visto che non potevano fare più niente per rimuovere il cancro, anzi ne hanno scoperti di nuovi. Brutte notizie per me, lo scenario peggiore che poteva venir fuori. Cosa fare ora?
Voglio usare il mio tempo per sistemare le cose che posso e mettere più amore possibile nel mondo prima che il traghettatore mi accompagni lungo il grande fiume. Non ho paura. Tutti ce lo troveremo davanti un giorno. Voglio continuare le mie avventure cosmiche. Voglio rivedere la mia amata nonna Brigid (Elvis dovrà aspettare).
Ci sono troppi guai nel mondo, e quel che è venuto a me in questi ultimi giorni è stato solo amore e tenerezza. Non mi sono mai sentito tanto amato e apprezzato. Credo che il mio cuore potrebbe scoppiare. I vecchi amici sono venuti a trovarmi all’ospedale e tutti noi vogliamo ancora suonare assieme.
Gente da ogni luogo in cui siamo stati mi dice quanto la mia musica significhi per loro. Io non lo sapevo. Io non sapevo quante persone erano state toccate dalle mie canzoni.
Mi spezza il cuore scoprirlo ora che ho davanti così poco tempo, ma sono anche tanto felice di essere riuscito nell’impresa. È quello che ho sempre voluto. Non i soldi. Non la fama. Ho sempre desiderato che la gente sentisse quello che sentivo io. La magia della musica.
Dal profondo del mio cuore, grazie a tutti quelli che hanno apprezzato e supportato la mia musica in tutti questi anni.
L’amore non sarà mai sconfitto,
Bap”

Ciao Bap, è stato bello conoscerti e averti con noi, non ti dimenticheremo.