Articoli Marzo, 2019

IL NUOVO ALBUM DI ASHLEY HUTCHINGS

Paradise and Thorns è il nuovo, doppio album, di Ashley Hutchings, pubblicato a febbraio dalla Talking Elephant Records. I due dischi che lo compongono si intitolano: Gloucester Docks Revisited (il primo, appunto una rivisitazione di By Gloucester Docks I sat down and wept uscito nel 1987) e Other Tales of Love (il secondo).
Ashley ci ha confessato di ritenere questo lavoro “probabilmente il più raffinato” tra i suoi, opinione confortata dall’apprezzamento subito ottenuto sia dal pubblico che dai media, che l’hanno definito un prezioso, formidabile capolavoro.

By Gloucester Docks I Sat Down and Wept, del 1987, raccontava una storia d’amore molto personale, ed era piuttosto insolito che non se ne parlasse in senso retrospettivo. Ashley ha scritto canzoni, poesie e lettere man mano che la storia accadeva. Solo più tardi realizzava che tutti questi frammenti potevano essere messi assieme per narrarne una parte. Ma era una sinfonia incompiuta, c’era molto altro da dire e mancava un vero e proprio finale,  quando Hutchings scoprirà molti anni dopo nel ricucire i contatti con l’eroina della storia.

Il doppio CD Paradise and Thorns è tutto sull’amore e le sue conseguenze. Il primo disco – Gloucester Docks Revisited – aggiunge ulteriori dettagli alla relazione dipinta nell’album originale, focalizzandosi su scene al tempo non ancora descritte. Comprende le nuove canzoni, Devil May Care in Our Dancing Shoes e Thirty Two Years and A Lifetime entrambi ispirate a quelle conseguenze che Hutchings e la sua innamorata hanno vissuto incontrandosi anni dopo.

Il secondo disco è una personale selezione di canzoni che mostrano le tante sfaccettature e i tipi di amore e quel che possono significare in contesti differenti. And Other Tales of Love illustra l’inevitabile svelarsi di un innamoramento. La descrizione simbolica di “angeli, aria e volo”, convoglia la brillantezza e lo stato di grazia nei primi mesi di un amore nuovo coniugandola a tutto quel che segue poi, dalle memorie più o meno condivise alla fine della storia.

// 22 Marzo 2019 // No Comments » // News