Articoli novembre, 2017

TREVIGLIO

La Buona Novella della Piccola Orchestra Apocrifa
Si tratta di una rivisitazione per quartetto d’archi, chitarra, bouzouki, percussioni, voce e cori del famoso concept album di Fabrizio De André. A scrivere gli arrangiamenti e a curare la produzione artistica del concerto è Giorgio Cordini, chitarrista storico della band di Faber, siamo dunque di fronte non a una cover band qualunque ma a un tributo da parte di chi ha conosciuto e lavorato per anni con il grande artista genovese. La sequenza dei brani proposti dalla Piccola Orchestra Apocrifa rispecchia fedelmente quella dell’album di Fabrizio con la sola aggiunta finale della canzone Si chiamava Gesù che, nonostante sia stata composta in precedenza, ben si collega come tema e ambientazione musicale alla Buona Novella.
Nella seconda parte del concerto vengono eseguite alcune tra le canzoni più conosciute (Il Pescatore, Volta la carta, La guerra di Piero) e alcune “perle” raramente eseguite in pubblico e particolarmente adatte all’organico della Piccola Orchestra Apocrifa (Preghiera in Gennaio, La Collina).
Quasi due ore di musica, che offrono uno spaccato della produzione di Fabrizio De André di grande impatto emozionale, sia per l’argomento della Buona Novella, sia per le sonorità intimistiche e suggestive, che avvolgono lo spettatore accompagnandolo nella riscoperta della liricità e profondità dei testi.
Gli arrangiamenti, pur prevedendo alcune variazioni e brevi intermezzi di collegamento delle canzoni tra loro, sono stati realizzati con il massimo rispetto per la stesura originale. E’ stata effettuata una ricerca di sonorità più moderne mediante l’accostamento alla formazione classica del quartetto d’archi di strumenti etnici come il bouzouki e l’hang e la voce solista evoca per espressività e profondità quella di Fabrizio De André.
La Piccola Orchestra Apocrifa (apocrifi sono i Vangeli a cui si ispira La Buona Novella) è formata da Giorgio Cordini alla chitarra e al bouzouki, Stefano Zeni al violino, Elena Laffranchi alla viola, Daniela Savoldi al violoncello, Enzo Santoro al flauto, Gaspare Bonafede alle percussioni, Alessandro Adami alla voce e Denise Pisoni, Maria Cordini e Maria Alberti per i cori.

 

Info e prenotazioni:
info.geomusic.it – 348.4466307 
Comune di Treviglio, Ufficio Cultura
ufficio.cultura@comune.treviglio.bg.it

// 22 novembre 2017 // No Comments » // News

RIMANDATA SERATA ANNIE BARBAZZA a Casa Geomusic

Per cause tecniche, indipendenti dalla nostra volontà,
la prevista serata a Casa Geomusic con Annie Barbazza e Marco Colombo
è stata annullata e rimandata a data da destinarsi.

 

 

ANNIE BARBAZZA (chitarra, piano, voce), la cantautrice piacentina “pupilla” del grande Greg Lake e della sua etichetta Manticore, sarà ospite di Casa Geomusic venerdì 24 novembre, accompagnata dal chitarrista milanese Marco Colombo per farci ascoltare le sue “canzoni preferite” e presentare il nuovo disco.

“Una sorprendente nuova voce, la preferita dal compianto Greg Lake: una vera star!”

A soli 24 anni, Annie Barbazza ha già saputo costruirsi un incredibile background, avendo collaborato, sul palco e in studio, con artisti del calibro di Greg Lake, Paul Roland, John Greaves, Plinth e Osanna, abile nel misurarsi dal progressive rock alla pura ricerca, all’avanguardia. Dopo un primo album, live a tiratura limitata, composto dalla personale rilettura delle canzoni di King Crimson, David Bowie, Peter Hammill, Syd Barrett e Nick Drake, è ora in uscita il nuovo disco con ospiti internazionali, ancora per l’etichetta piacentina Dark Companion.

Con qualche anno in più sulle spalle, Marco Colombo ha fatto parte dei cacao, storica formazione milanese. Inizia un’attività in studio a diciannove anni, collaborando con molti artisti quali Garbo, Miguel Bosè, Matia Bazar, Vittorio de Scalzi, Giuni Russo, Nada, Bernardo Lanzetti (PFM), Ivano Fossati e molti altri. Collabora intensamente per molti anni con Gianna Nannini, di cui è tra i musicisti più longevi.

Casa Geomusic è a Gandino (Bg), in via provinciale, 24, parcheggio in prossimità; ritrovo intorno alle 20,30 e inizio alle ore 21 circa. È richiesto un contributo di 10 euro e a fine concerto seguirà una degustazione di prodotti della Valgandino a base di mais spinato, accompagnati da un buon calice di vino, il tutto in una dimensione familiare.

info@geomusic.it www.geomusic.it Tel. 348 4466307

// 14 novembre 2017 // No Comments » // News

IL NUOVO ALBUM DEGLI STRAWBS

Il 10 novembre 2017 esce The Ferrymans’ Curse, il primo album degli Strawbs di nuovo materiale dopo otto lunghi anni. Pubblicato dall’etichetta Esoteric Antenna, è prodotto dal leggendario Chris Tsangarides, il cui studio è tappezzato di dischi d’oro, platino e diamante per le vendite dei dischi di gente come Thin Lizzy, Judas Priest e guitar virtuoso Yngwie Malmsteen.

The Ferryman’s Curse, il brano che dà il titolo all’album, è l’epico seguito a quella The Vision Of The Lady Of The Lake che brillava su Dragonfly, considerate dal produttore Tony Visconti come una delle sue sei migliori produzioni insieme ai dischi di David Bowie e T Rex.

Nel disco suonano: Dave Cousins (voce, chitarra acustica, autoharp), Dave Lambert (voce, chitarra elettrica), Chas Cronk (basso, pedali, chitarra dodici corde, voce), Dave Bainbridge (tastiere, chitarre, bouzouki) e Tony Fernandez (batteria, percussioni).

Le canzoni:
– In The Beginning/The Nails From The Hands Of Christ
– The Song Of Infinite Sadness
– The Familiarity Of Old Lovers
– When The Spirit Moves
– The Ten Commandments
– The Reckoning/The Ferryman’s Curse
– Bats And Swallows
– We Have The Power

Gli Strawbs sono rappresentati in Italia da Geomusic e sono disponibili per concerti, eventi e festival, sia in trio acustico che full band elettrica.
infoline: 348 4466307 info@geomusic.it 

 

// 12 novembre 2017 // No Comments » // News

CONNLA E KILA NELLA TOP TEN DI SONGLINES

Il numero di novembre del prestigioso Songlines Magazine ha messo i Connla alla posizione numero 1 della Top Ten Essential Irish Albums con River Waiting! E ci sono anche i Kila con Kila Alive!
Complimenti ai Connla e ai Kila, da sempre rappresentati in Italia da Geomusic!


CONNLA e KILA sono rappresentati in Italia da Geomusic e sono disponibili per concerti, eventi e festival.

infoline: 348 4466307 info@geomusic.it 

CONNLA

 

// 6 novembre 2017 // No Comments » // News

NUOVO ALBUM, RARITA E BOX RICHARD THOMPSON

Il 25 agosto 2017 è uscito Acoustic Classics II, il nuovo disco di Richard Thompson in cui il carismatico songwriter inglese ripercorre il suo lungo viaggio riproponendo antichi brani in nuove versioni, come del resto aveva già fatto col vol. I di questi suoi Acoustic Classics nel 2014. Quattordici brani indimenticabili, tra cui Crazy Man Michael, Keep Your Distance, Gethsemane, Pharaoh, A Heart Needs A Home, Jet Plane in A Rockin’ Chair, Genesis Hall, She Twists The Knife Again, Meat on The Ledge, rivestiti di abiti naturalmente acustici, come del resto il titolo chiaramente dichiara.

Così ce lo presenta la recensione del Guardian:
“Quando canta Richard Thompson, il mare si divide e le rocce si sgretolano. È una voce perentoria e al tempo stesso confidenziale, ma che sa restare giovane da togliere il fiato, che non cambia negli anni, come dimostra questa seconda raccolta in cui rivisita il suo ricco catalogo. C’è anche la sua chitarra, come sempre di un chiarore perlaceo, ancora squisitamente viva, coraggiosa e arrabbiata. Prendiamo questa nuova versione di Genesis Hall, il pezzo di aperture che scrisse per Unhalfbricking dei Fairport Convention: la sua storia delle lotte ideologiche della fine degli anni Sessanta, ispirata da suo padre poliziotto e dagli squatters con cui viveva, suona ancora piena di vita come quasi cinquant’anni fa. Ma vi sono altre tappe della lunga carriera, affascinanti come quelle dei giorni più quieti della musica folk: Devonside del 1983, Pharoah del 1988 e Gethsemane del 2003 che brillano di una luce particolare.”

il 6 ottobre è uscito Acoustic Rarities, con una scaletta di piacevoli sorprese:
1. What If?
2. They Tore The Hippodrome Down
3. Seven Brothers
4. Rainbow Over The Hill
5. Never Again
6. I Must Have A March
7. I’ll Take All My Sorrows To The Sea
8. Poor Ditching Boy
9. Alexander Graham Bell
10. Sloth
11. Push and Shove
12. End Of The Rainbow
13. Poor Will and The Jolly Hangman
14. She Played Right Into My Hands

Il 3 novembre ha visto invece la pubblicazione di Richard Thompson – Live At Rockpalast – un box contenente 3 CD + 2 DVD, registrato dal vivo il 12 dicembre 1983 alla Markthalle di Amburgo e il 26 gennaio 1984 aCannes.

All’inizio degi anni ottanta Richard Thompson pubblica uno dei suoi dischi più belli, Hand of Kindness, poi va in tour con una big band per supportarlo. Nel box sono raccolti due concerti di indubbia forza e spessore dove Thompson, oltre a presentare Hand of Kindness, eseguiva brani tratti dal suo vasto repertorio. Da Shoot Out The Lights (l’ultimo disco con Linda Thompson ), alle canzoni di Glenn Miller, persino Jerry Lee Lewis. Senza dimenticare la tradizione, qui ripresa con il classico Danny Boy.


RICHARD THOMPSON è rappresentato in Italia da Geomusic, ed è disponibile per concerti, eventi, festival, sia in versione solista che con il gruppo, acustico o elettrico.

Stiamo lavorando intorno ad alcune sue date per l’anno prossimo, con la band, nell’ambito del tour primaverile.

Infoline: 348 4466307 info@geomusic.it

// 2 novembre 2017 // No Comments » // News