Articoli luglio, 2017

ASHLEY HUTCHINGS e BLAIR DUNLOP

Martedì 1 agosto 2017, nella prestigiosa location del Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza, si sono esibiti ASHLEY HUTCHINGS & BLAIR DUNLOP. Una combinazione insolita per padre e figlio le cui carriere percorrono da sempre strade diverse. Ma l’occasione per salire insieme sul palco prima o poi doveva arrivare, e proprio a Faenza, in questa prima nazionale, hanno dato vita a un lungo meraviglioso set, un viaggio nel passato e nel futuro della canzone d’autore inglese. Applauditissimi dal folto pubblico che ha molto apprezzato la voce e lo stile chitarristico del giovane Blair, non più una promessa ma una consolidata e concreta realtà della scena cantautorale britannica. Blair ha interpretato nuove composizioni che sta registrando per l’atteso nuovo album, di prossima pubblicazione. Ashley ha percorso le sue esperienze dai Fairport ai recenti Rainbow Chasers, ma ha anche proposto sue composizioni scelte tra i quasi cento album sin qui realizzati: un vero primato che lo conferma alfiere della Musica folk d’oltremanica!
Li attendiamo nuovamente con noi per regalarci emozioni come in questa splendida serata.
Grazie Ashley, grazie Blair!

Ashley Hutchings è rinomato a livello internazionale quale Guv’nor del Folk Rock britannico.
Infatti, ha dato vita a ben tre dei gruppi più importanti del genere: Fairport Convention, Steeleye Span e Albion Band. La sua è una carriera che copre ormai più di cinquant’anni, nei quali è stato band leader, musicista, cantante, compositore, produttore, attore, poeta, praticamente tutto! Ha al suo attivo quasi un centinaio di album, ed è stato nominato Baronetto dalla regina d’Inghilterra per quanto fatto per la musica folk.
Ciliegina sulla torta quanto Bob Dylan disse su di lui in tale occasione: “Ashley Hutchings è la figura singola più importante del folk-rock inglese. I suoi Fairport Convention hanno registrato alcune delle versioni migliori delle mie canzoni”.

Blair Dunlop segue le orme paterne. Nonostante la giovane età, venticinque anni, ha già raggiunto un notevole successo in patria e ha ricevuto l’ammirazione di molti musicisti.
L’abilità chitarristica di Blair, insieme alle capacità compositive e a una voce affascinante, gli ha permesso di ricevere il premio di BBC Radio Horizon quale “miglior nuovo talento musicale acustico in Gran Bretagna”. Ha pubblicato tre album e due singoli, trasmessi lo scorso anno sulla radio nazionale BBC, vale a dire suonate praticamente ogni giorno per tutta l’estate.

Quando Blair era ancora più giovane, il padre faceva qualche concerto suonando con lui, ma negli ultimi anni i due non si sono più ritrovati sullo stesso palco. Questa data italiana è dunque un’occasione unica per vederli esibirsi ancora insieme. Suoneranno e canteranno una varietà di composizioni proprie e altre dalla tradizione folk, più alcuni brani dall’album anglo-italiano My Land is your Land (pubblicato nel 2008 con Ernesto de Pascale), un importante cd di nuovi pezzi tra Inghilterra e Italia, la loro storia e la loro cultura.

Ashley e Blair sono disponibili per eventi, concerti e festival.

infoline: 348 4466307 info@geomusic.it

// 16 luglio 2017 // No Comments » // News

a BOBBIO con ANDY IRVINE CONNLA STRAWBS INIS FAIL

Ventesima edizione di IRLANDA IN MUSICA, la manifestazione dedicata alla musica acustica di qualità che si svolge tra i colli della Val Trebbia, nell’antico borgo di Bobbio (in provincia di Piacenza) nella centralissima, e scenografica piazza San Colombano, dedicata al santo irlandese che proprio qui è venuto a morire ed è sepolto nella cattedrale. Geomusic, che vi collabora praticamente da sempre, anche quest’anno è presente con i suoi artisti:

giovedì 13 luglio
CONNLA

venerdì 14 luglio
INIS FAIL QUARTET
ACOUSTIC STRAWBS

sabato 15 luglio
ANDY IRVINE

I concerti sono alle ore 21 ma l’apertura è alle ore 18.30 con bar e punto ristoro.

Nei prossimi giorni vi faremo avere il sito degli organizzatori del festival, su cui potrete trovare notizie sugli altri artisti partecipanti (Annie Barbazza, Paul Roland, Clover, Warm Morning Brothers, Grafton Street) e aggiornamenti.

// 16 luglio 2017 // No Comments » // News

SIRTOS IN ITALIA CON SUONI E DANZE GRECHE

I SIRTOS tornano in Italia, e saranno in concerto al
Castello di Torrechiara (Langhirano, provincia di Parma) il 22 luglio.

Sono disponibili nei giorni 2 e 24 luglio per concerti, eventi e festival, un graditissimo ritorno per una bellissima serata all’insegna della musica del mediterraneo.

infoline: 348 4466307 info@geomusic.it 

Dalla comunità greca di Budapest questa eccellente formazione sulle scene da più di trentacinque anni per proporre canti, musiche e danze delle isole greche, di Tracia e della penisola balcanica; ballate e ataviche melodie si alternano a ritmi asimmetrici fortemente influenzati dal vicino Medio Oriente, in un susseguirsi di brani dai forti accenti mediterranei. I componenti di Sirtos provengono dall’isola di Creta e di quella parte di terra ellenica sanno trasmettere i più caratteristici umori.
Il gruppo si forma nell’autunno del 1980. All’epoca, la scelta preferita degli amanti della musica folk cadeva dalle loro parti nelle “táncház” (vere e proprie sale da ballo con musica tradizionale dal vivo). Alla tenera età di un anno, i Sirtos ereditano il palco del Danúvia Cultural Center, acquisendo così l’opportunità di lanciare la loro dance house.
Seguono tournée nazionali e poi, nel 1982, la prima performance in Grecia. L’accoglienza del pubblico ellenico, che li apprezza con calore, sarà uno stimolo incredibile al lavoro futuro. Si danno da fare per costruire un ampio repertorio musicale, aumentando parallelamente il numero degli strumenti suonati. Nello stesso tempo, effettuano numerose registrazioni per i programmi di musica folk della Radio ungherese e apprendono le tecniche esecutive della strumentazione popolare da maestri locali nel corso dei tour in Grecia.
Dal 1986 in poi, cominciano ad aprirsi le porte dell’Europa Occidentale. Suonano così in Olanda e Belgio, poi in Austria e Germania. La prova migliore del successo ottenuto sta nel fatto che il pubblico di questi paesi ne aspetta il ritorno di anno in anno.
Al concerto di Budapest del famoso compositore Mikis Theodorakis, i Sirtos hanno l’onore di aprire la serata, ottenendo un grande successo.
Dal 1993 si dedicano a visitare ogni estate i paesi del Mediterraneo e sono ospiti fissi in Italia, che hanno girato in lungo e in largo, essendo stati praticamente un po’ ovunque, dalle Alpi alla Sicilia. Seguono Spagna e Portogallo, dove sono stati più volte.

Continuano a viaggiare, in quel che loro stessi definiscono “rilassamento attivo”. Nel 2000 entrano in contatto col Balletto dell’Opera di Stato Ungherese per l’esecuzione di Zorba e, dopo un tour in Turchia, sono a Budapest col balletto stesso.

Il nome Sirtos viene da una danza popolare molto nota in Grecia. Nel corso della carriera, hanno continuato a gestire la loro sala da ballo, caso più unico che raro per un gruppo musicale. Dopo dieci anni però, il Danúvia chiude e si spostano all’Almássy tér dove ogni domenica negli ultimi venticinque anni il pubblico ha avuto l’opportunità di vederli e ascoltarli.
Ad oggi hanno inciso quattro album e hanno festeggiato nel 2005, con un grande concerto a Budapest, il quarto di secolo di attività.

Da allora il gruppo ha continuato a girare il mondo portando ovunque musica, voci e danze delle loro radici, mai abbandonate ma sempre coltivate con attenzione al rinnovamento per rinnovarne la fioritura. Vicini ormai al quarantesimo di attività si confermano formazione compatta e creativa, famosa in tutto il mondo per la grande comunicatività e la capacità di coinvolgere (e di far ballare!) anche il pubblico… più statico!

Formazione:
ANDREAS LEHOUDIS – bouzouki, chitarra, dzurato, baglama, lauto, voce
JUHÁSZ KATALIN – violino, baglama, voce
PALLAI ETELKA – armonica, kaval, tastiere, chitarra e voce
BACSKAY ZSUZSA – chitarra basso, violoncello e voce
PÁSZTI PÉTER – percussioni, chitarra e voce

Discografia:
Sirtos – 1985 (Hungaroton)
Greek Folk Music – 1990 (Harmonia Mundi)
Greek Music – 1995 (autoprodotto)
Greek Dances – 2008

// 8 luglio 2017 // No Comments » // News

CUIG IN ITALY

Dopo il successo dell’Irish Night al castello di Pagazzano sabato 8 luglio (nella foto sopra), continua il tour italiano degli irlandesi Cuig:

Domenica 9 luglio
SPILIMBERGO (Pn) Piazza Garibaldi, Folkest
Martedì 11 luglio
GANDINO (Bg) Piazza Vittorio Veneto
Mercoledì 12 luglio
BOLZANO Parco delle Semirurali
Giovedì 13 luglio
CASTEL TIROLO Castello


Cúig, che si sono formati alla fine del 2013, sono già tra gli artisti più promettenti della scena Irish trad. Nella loro musica mettono assieme arie bretoni, galiziane e del bluegrass americano, varianti già presenti nella tradizione irlandese, e sanno già accendere le emozioni del pubblico ben aldilà della verde isola con le loro sonorità eccitanti e innovative.

I Cúig sis ono conquistati la scena esibendosi in vari programmi televisivi e radiofonici. In particolare, ricordiamo le performance al Blas and Folk Club di BBC Radio Ulster, e il programma di BBC Radio 3 In Tune dove hanno mostrato abilità e talento a dispetto della giovanissima età. Nell’agosto del 2013,hanno partecipato al Fleadh Live di TG4 trasmesso a un pubblico mondiale di più di un milione di ascoltatori. Sin dalla loro formazione, i Cúig hanno condiviso il palco con alcuni dei più grandi nomi della musica irlandese, tra cui Flook, Beoga, Martin O’Connor Trio, Goitse e We Banjo 3.
I Cúig hanno portato la propria musica oltre iI confine della scena tradizionale irlandese. Nel giugno del 2013 hanno suonato prima di importanti nomi internazionali come i Flook al Les CeltiCimes Festival nelle Alpi francesi, ottenendo un ottimo successo. Nell’agosto del 2014 hanno invece partecipato al Balver Höhle Irish Folk Festival, in Germania, dove la loro esibizione ha ottenuto lusinghieri riscontri.
A fine 2016, vengono premiati quale “Miglior nuova Irish band” ai “Best of the Year Awards 2016” di Irish American News.
Formazione:
MICEAL MULLEN – banjo, mandolino
RONAN STEWART – violino, uilleann Pipes
CATHAL MURPHY – percussioni
EOIN MURPHY – organetto
RUAIRI STEWART – chitarra

Discografia:
– Cuig, ep
– New Landscapes

 

// 7 luglio 2017 // No Comments » // News

TREVIGLIO VINTAGE con POSTER IN MUSICA by GEOMUSIC

Quarta edizione di Treviglio Vintage, dal 30 giugno al 2 luglio 2017 un evento che coinvolge tutta la città alle porte di Bergamo. Alla mostra Sensazioni Rock di Stefanino Benni si aggiunge Poster in musica, che presenta un primo nucleo dello sterminato archivio di Gigi Bresciani, prima tappa di un percorso di riscoperta della preziosa raccolta, costruita in quarant’anni e più di attività, costituita da supporti fonografici vari, foto, manifesti e tanto altro.
È lo stesso Gigi Bresciani a darci la chiave per comprendere meglio il suo progetto: “Un archivio è sempre un luogo di storia, ma anche un laboratorio di nuove idee e nuovi progetti. Quello di Geomusic è insieme memoria del passato e ‘finestra’ sul futuro.”
Val la pena andare a dare un occhio!

// 1 luglio 2017 // No Comments » // Archivio News