Articoli gennaio, 2017

DANNY THOMPSON con PAUL WELLER e ROBERT WYATT

Nello scorso mese di dicembre, Paul Weller è tornato nell’arena politica riunendo intorno a sé una band di alta qualità in cui spiccavano Robert Wyatt e Danny Thompson, insieme a Steve Pilgrim e Ben Gordelier, per una serie di concerti nel Regno Unito a sostegno del leader laburista Jeremy Corbin.

Una grande occasione per chi ha potuto assistervi, soprattutto per i tanti amici di Robert Wyatt che è tornato sul palco, dopo tanti anni, per suonare la tromba e far sentire ancora la sua voce. Danny Thompson, amico di lunga data di Geomusic, ci ha mandato delle foto che vogliamo condividere con voi.

Danny Thompson è rappresentato in Italia da Geomusic e tornerà presto anche da noi.

// 11 gennaio 2017 // No Comments » // News

50 di MICHAEL CHAPMAN mezzo secolo di grande musica

“Aldilà della tecnica e della sfera d’interessi, il suono di Chapman ha un’affascinante qualità narrativa che scorre nelle sue mercuriali fusioni delle varie tradizioni folk e blues”
Steve Dollar, Time Out Chicago

 

A due anni di distanza dal rarefatto, e per certi versi surreale, Fish, il il 19 gennaio del 2017 esce il celebrativo “50” su etichetta Paradise of Bachelors: dopo cinque decadi di registrazioni e tour, il veterano cantautore britannico e saggio della chitarra Michael Chapman ha finalmente dato alla luce quello che egli stesso chiama il suo “disco Americano”, intitolato Cinquanta proprio per segnare l’importante tappa del suo lungo percorso artistico. In compagnia di un collaborativo gruppo di amici e seguaci – Steve Gunn (che l’ha anche prodotto), Nathan Bowles (Pelt), James Elkington (Jeff Tweedy), Jason Meagher (No-Neck Blues Band), Jimy SeiTang (Rhyton), e la luminare del cantautorato inglese Bridget St John – Chapman affronta sia l’interpretazione di nuove canzoni che la radicale rivisitazione di materiale del suo riverito catalogo, con la band che disegna adeguatamente le stesse rarefatte cime sonore di un classico disco su Harvest come Fully Qualified Survivor, guidati dall’istinto del vero sopravvissuto, fatto di spirito e saggezza. Il risultato è un sublime autoritratto in chiaroscuro, con più ombra che luce, in cui un rinvigorito Chapman combatte con temi pesanti di viaggio e memoria, morte e redenzione, in cui i suoi sussurri stanchi della vita assumono l’incandescente potenza della profezia.

Questo vecchio signor blues dello Yorkshire dallo stile personalissimo è uno dei più sottovalutati eroi del nostro tempo. La sua unica prospettiva venata di malinconia e lo stile emotivo della sua chitarra meritano di essere valutati con attenzione.

Michael Chapman è rappresentato in Italia da Geomusic ed è disponibile per concerti.
infoline: 348 4466307 info@geomusic.it

 

 

 

 

// 5 gennaio 2017 // No Comments » // News

RUSTIES nuovo album e tour di presentazione

“Dove osano i rapaci” (Tube Jam Records – distribuzione I.R.D. e Believe Digital) è l’ottavo album dell’ormai corposa e multiforme discografia dei Rusties ed è il loro primo interamente composto da brani originali cantati in italiano.
“Dove osano i rapaci” – che esce il 3 febbraio 2017 – arriva a due anni esatti dal precedente Cd “Dalla polvere e dal fuoco”, lavoro unanimemente accolto da pubblico e critica come una pregevole raccolta di “cover d’autore” riadattate in italiano dal leader, cantante e chitarrista del gruppo Marco Grompi.
Le canzoni del nuovo album (autoprodotto e registrato in quattro giorni, in presa diretta, da Paolo Filippi presso il Solid Groove Studio di Ghiaie) rappresentano, per sound e contenuti, un’ulteriore svolta nel lungo, atipico e multiforme percorso della band bergamasca.
Undici nuovi brani originali per la prima volta cantati in italiano eppure ancora saldamente immersi nel solco sonoro di quella rugginosa matrice rock angloamericana che, da circa un ventennio, i Rusties stanno percorrendo con grande originalità nel circuito (anche europeo) più genuinamente indipendente.

Per la prima volta nella storia dei Rusties, nelle canzoni del nuovo album si alternano nel ruolo di voce solista, oltre a Grompi, anche gli altri componenti del gruppo: il chitarrista e “cantattore” Osvaldo Ardenghi, il bassista e cantante Fulvio Monieri, il tastierista Massimo Piccinelli e il batterista Filippo Acquaviva.
L’album è stato anticipato dalla pubblicazione del videoclip del brano omonimo, “Dove osano i rapaci”, girato a Milano dal regista Francesco Collinelli.

È attualmente in preparazione un tour promozionale che, partendo da Bergamo, vedrà i Rusties impegnati per i primi mesi del 2017 in una serie di performance “su misura” in radio, club, teatri e piazze sparse in tutta la Penisola.
www.rusties.it

 

 

// 4 gennaio 2017 // No Comments » // News