Articoli giugno, 2016

PRIMO TOUR ITALIANO PER I CONNLA


Prime date italiane per la sorprendente, nuova e giovane formazione irlandese. Il quintetto dei CONNLA sarà infatti in concerto:
Mercoledì 13 luglio
BOLZANO Parco delle Semirurali

Giovedì 14 luglio
CASTEL TIROLO (Bz) Castello

Venerdì 16 luglio
PAGAZZANO (Bg) Castello Visconteo, festival Celtico 2016
Ore 21:00 – 12 euro
– – – –
Connla è una nuova band irlandese carica di energia, con forti radici tradizionali che si nutre però anche di numerose influenze derivanti da ogni parte del mondo. Gli arrangiamenti emozionanti e innovativi di canzoni e arie folk tradizionali e moderne hanno fatto guadagnare al quintetto le lodi dell’intera comunità folk. Incontratisi nello studio della Musica alla Ulster University, i cinque musicisti hanno cominciato ben presto a esibirsi insieme e sviluppare la propria amicizia e affiatamento.

Provenienti dalle città di Armagh e Derry: Ciara McCafferty (voce), Ciaran Carlin (whistles) e Paul Starrett (chitarra) sono ben noti nella scena musicale locale, cui si sono aggiunti i fratelli, anche loro di Armagh, Emer e Conor Mallon, rispettivamente all’arpa e alle uilleann pipes.

Nel 2015 pubblicano l’omonimo EP di debutto: dei quattro brani, due sono a base di pipes e flauto, mentre negli altri due è presente anche la voce.

Nel 2016 si aggiudicano agli Awards di Live Ireland Music il titolo di “Miglior Nuovo gruppo dell’anno”

Ne ha subito parlato bene la stampa specializzata:
“Da tenere sott’occhio” TradConnect
“Un esordio straordinario che promette molto” Folkwords
“Un gruppo nuovo di zecca che si prenderà i primi posti della scena. Hanno un sacco di energia giovanile, combinata con un ‘veterano’ senso degli arrangiamenti, stile e profondità.”
Live Ireland

“C’è qualcosa di seriamente interessante all’orizzonte,
e questa tempesta creativa si chiama Connla”

Irish Music Magazine

– – – –

CONNLA sono rappresentati in Italia da Geomusic, disponibili per concerti, festival e eventi vari.

infoline: 348 4466307 info@geomusic.it

// 20 giugno 2016 // No Comments » // News

ANTEPRIMA FESTIVAL CELTICO COI RURA

“Live act of the year” Scots Trad Music Awards
“The most exciting band on the Scottish folk scene” Songlines

– – – –

Ritorna la grande musica celtica con una delle più acclamate e prestigiose band della scena internazionale, gli scozzesi RURA. Il loro concerto, nell’ambito di un tour europeo per promuovere il nuovo album, a Brignano Gera d’Adda, cittadina sita nella bassa Bergamasca, a pochi chilometri da Milano e dal capoluogo, nella splendida cornice del Palazzo Visconteo, antica dimora che è un castello a tutti gli effetti, carico di storia e luogo ideale per ospitare eventi del genere, come lo è stato lo scorso 18 giugno con Richard Thompson. Il concerto è pensato come anteprima del Festival Celtico che si terrà il 15 e 16 luglio prossimi nell’affascinante Castello Visconteo di Pagazzano, a pochi chilometri da  Palazzo Visconti e che vedrà protagonisti ospiti internazionali. E’ un’occasione ideale per incontrare ed ascoltare al meglio una delle migliori band scozzesi che si fregia di importanti riconoscimenti e che vanta partecipazioni ai più importanti festival nel mondo. Questo non è il loro esordio in Italia; qualcuno li ricorderà già protagonisti anche nella mai dimenticata rassegna “Andar per Musica”, irripetibile perla in terra bergamasca.
Il concerto si svolgerà anche in caso di maltempo nella spettacolare Sala del Trono. Per quanti volessero è possibile prenotare posti a mezzo email a info@geomusic.it o contattandoci telefonicamente; precisiamo che i posti sono riservati ma non numerati.

Il quintetto mette insieme la passione e le influenze di alcuni dei più eccitanti giovani musicisti di Scozia, per due volte in finale ai premi BBC Radio Scotland nella categoria Musicista tradizionale dell’Anno e ai campionati di bodhran panirlandesi.
L’energetica musica dei Rura sembra fatta apposta per scuotere la scena folk. Highland pipes, whistles, violino, chitarra, bodhran e flauto, accompagnati da una schiera di effetti speciali a pedale per creare un suono scatenato e multiforme.

Il primo di marzo del 2012 la prestigiosa etichetta scozzese Greentrax pubblica il primo album della band Break It Up, raffinata mistura di tipiche tunes (tra cui un Pibroch, lamento tipico della tradizione cornamusistica scozzese) e canzoni. I set strumentali sono tirati e sanno creare la giusta energia, mentre la voce straordinaria del componente più recente della band, Adam Holmes, ha aggiunto ulteriore profondità allo spessore del gruppo.
Il disco è stato registrato agli studi Glo-Worm di Glasgow ed è stato prodotto dal musicista e compositore di grande esperienza Aidan O’Rourke, vincitore di un Trad Award nel 2011. Da allora il gruppo è cresciuto sino a diventare uno dei più seguiti tra le giovani folk band della loro generazione, con tour in Europa e nel Regno Unito e la partecipazione a molti dei più importanti festival internazionali.
Il loro secondo album, pubblicato nell’aprile del 2015, conferma Rura come una delle band dalle radici folk più entusiasmanti a emergere negli ultimi anni nel panorama scozzese: Despite the Dark è aspro e vigoroso, vien da dire intricato ma in maniera disciplinata, in cui i brani strumentali stanno bene a fianco di ballate piene di sentimento o maestose, insomma una registrazione-capolavoro del quintetto le cui radici stanno nei due poli della tradizione scozzese, Glasgow e Edinburgo.
Nello stesso anno, sono nominati “Live Act of the Year” agli Scots Trad Music Awards, con la motivazione di essere “una delle band più emozionanti sulla scena del folk scozzese”, come li definisce la rivista Songlines.
– – – –

“È stato un grande piacere vedere questi ragazzi crescere come musicisti. Sia a livello individuale che collettivo, hanno saputo forgiare un suono che ha in sé fuoco, passione e gran tiro. E sarà sicuramente bello vederli nel prossimo salto al livello successivo…”
Phil Cunningham

“Rura sono oggi la band più in auge della scena scozzese. Con la loro eccezionale miscela di pipes e violino, e ancor più con la dolcezza della nuova voce e delle nuove canzoni di Adam Holmes, il loro spettacolo si è fatto ancora più grande. Ogni festival dovrebbe cominciare a prenotarli sin da adesso!”
Simon Thoumire

“Rura sono giusto quel che ogni festival vorrebbe avere. Strumentali acrobatici e canzoni di qualità eccelsa. La scena musicale scozzese non è mai stata così forte, e questi ragazzi ne stanno alla testa!”
Bruce MacGregor, BBC Radio Scotland’s Travelling Folk

– – – –

Formazione:
JACK SMEDLEY violino
STEVEN BLAKE bagpipes e whistle
DAVID FOLEY bodhran e flauto
ADAM HOLMES chitarra e voce
ADAM BROWN chitarra
– – – –

RURA sono rappresentati in Italia da Geomusic, disponibili per concerti, festival e eventi vari.

infoline: 348 4466307 info@geomusic.it

// 20 giugno 2016 // No Comments » // Archivio News

FESTIVAL CELTICO DI PAGAZZANO

“A Look to Irish Contemporary Folk”, una finestra sulla nuova musica irlandese con due dei delle migliori novità (CONNLA e  RÉALTA) di un genere che da qualche anno ha trovato casa nel bellissimo castello di Pagazzano, che vive grazie all’affettuosa cura del gruppo Civiltà Contadina che ancora una volta ci ha dato una mano, con grande disponibilità, a organizzare la due giorni di metà luglio.  Ma ci sarà anche il songwriter inglese BLAIR DUNLOP, che ha già suonato e ama talmente queste antiche mura da averci scattato le foto di copertina di un suo recente singolo.

– – – –

Venerdì 15 luglio ore 21
CONNLA
(Irlanda)

“C’è qualcosa di seriamente interessante all’orizzonte, e questa tempesta creativa si chiama Connla”
Irish Music Magazine
“Un gruppo nuovo di zecca che si prenderà i primi posti della scena. Hanno un sacco di energia giovanile, combinata con un ‘veterano’ senso degli arrangiamenti, stile e profondità.”
Live Ireland

Sabato 16 luglio ore 21:
RÉALTA
(Irlanda)

Réalta si approccia alla tradizione irlandese con rispetto, vivacità e passione. Cresciuti con una dieta a base di Bothy Band, Planxty e altre formazioni classiche del genere, la band di Belfast sa catturare i molteplici aspetti senza tempo della tradizione, presentandoli nella propria forma naturale, fatta di freschezza e bellezza. Come ha ben evidenziato un giornalista del settore, “Réalta porta Avanti la tradizione della Bothy Band, infiammando di energia le antiche arie!”

Special Event:
ore 23 BLAIR DUNLOP (Uk)
presenta il nuovo album “Gilded”

‘Gilded’ è una raccolta di storie e riflessioni, registrato in “presa diretta” (live in studio) ai Blue Print di Manchester. In questo disco Blair conferma l’appartenenza folk nei testi, mentre continua a esplorare nuovi territori per quanto riguarda la dimensione musicale. Il brano d’apertura ‘Castello’ rende da subito l’idea del tono narrativo, con parole ispirate dai sogni, dal lignaggio e dalle esperienze di una donna incontrata da Blair in un castello italiano del quattordicesimo secolo, che è poi quello di Pagazzano dove Blair è ormai… di casa!

– – – –
segue degustazione prodotti locali

Concerti, animazioni, visite guidate al castello, mostra fotografica “Celtic Views” di Mario Rota,
birra a Km zero del birrificio Squaraunda, servizio bar e ristorazione.
– – – –
Ingresso libero al Festival
Area Concerti: 12 euro
Organizzato da COMUNE di PAGAZZANO e GRUPPO CIVILTA’ CONTADINA di PAGAZZANO, GEOMUSIC

Info:
GEOMUSIC
Tel. 348 4466307
GRUPPO CIVILTA’ CONTADINA
Cell. 346 8628470
www.castellodipagazzano.it
– – – –

Come raggiungere il castello di Pagazzano:
Da Treviglio SP.129 direzione Cologno al Serio / Morengo (BG);
Da Bergamo SS.591 direzione Bariano (Autostrada A35) o SS.42 direzione Treviglio;
Da Milano Autostrada A35 (BreBeMi) uscita Bariano, SS.591 direzione Cologno al Serio(BG);
Da Brescia Autostrada A35 (BreBeMi) uscita Bariano, SS.591 direzione Cologno al Serio(BG).

// 16 giugno 2016 // No Comments » // News

I KILA AL MONTELAGO CELTIC FESTIVAL 6 agosto

Sabato 6 agosto, al Montelago Celtic Festival (Altopiano di Colfiorito, sull’appennino umbro-marchigiano, in provincia di Macerata) a mezzanotte saliranno sul palco i KILA. un atteso ritorno a Montelago per la band irlandese in questa unica data italiana per il 2016. Un’occasione da non perdere, per la qualità della musica e la bellezza del luogo e della manifestazione. www.montelagocelticfestival.it

– – – –

I KILA sono rappresentati in Italia da Geomusic e sono disponibili per concerti, festival e eventi vari.

infoline: 348 4466307 info@geomusic.it

// 16 giugno 2016 // No Comments » // Archivio News

IAN ANDERSON JETHRO TULL A VINADIO

La seconda edizione di Occit’Amo, il festival musicale e culturale delle Terre del Monviso e Valli Occitane, ha scelto uno dei più grandi nomi della storia del rock progressivo come punta di diamante della programmazione. Saranno i Jethro Tull , con il flauto di Ian Anderson , a rappresentare l’evento principale della rassegna. Il concerto si svolgerà il 20 luglio presso il suggestivo Forte di Vinadio.
Dopo il successo dell’appena trascorso tour invernale con il concerto-evento The Rock Opera, Ian Anderson, pioniere del rock progressive e leader della storica band Jethro Tull, torna in Italia sulle note dei brani leggendari della band con il suo intramontabile “The Best of Jehtro Tull”. Dopo più di 65 milioni di dischi venduti e più di 3.000 concerti in 40 paesi, la lunga stagione creativa di Anderson continua ad attrarre le platee di tutto il mondo e proseguendo il viaggio di rivisitazione dell’universo musicale e del repertorio storico della band: Aqualung, Thick as a Brick e Locomotive Breath. Il “pifferaio magico” torna a ripercorrere i sentieri del suo lungo passato per allacciarli al presente e ci invita a seguirlo. Il ritorno della grande musica.
IL FORTE ALBERTINO DI VINADIO
La location scelta per il concerto è uno tra gli esempi di architettura militare più significativi delle Alpi. I lavori di costruzione del Forte iniziarono nel 1834 e terminarono nel 1847. Nonostante l’interruzione di due anni, dal 1837 al 1839, in soli undici anni si realizzò un capolavoro dell’ingegneria e della tecnica militare. La fortificazione principale fiancheggia a ponente il paese ed il percorso si aggira sui 10 km. Il Forte non fu mai utilizzato per scopi militari, perché i francesi, potenziali nemici negli anni della costruzione, non lo erano più quando fu completato. All’interno del Forte di Vinadio c’è anche un’area concerti coperta in grado di ospitare fino a 2500 persone.

// 16 giugno 2016 // No Comments » // Archivio News

NUOVO DISCO DI ERIC BIBB LIVE IN ITALY A GIUGNO

ERIC BIBB AND THE NORTH COUNTRY FAR WITH DANNY THOMPSON:
The Happiest Man in the World

Esce a maggio, su etichetta Dixiefrog, il nuovo disco di ERIC BIBB che lo vede a fianco di un altro grande musicista da sempre amico di Geomusic, DANNY THOMPSON. Come si legge nella presentazione dell’Ird, che distribuisce il Cd in Italia: “Un nuovo set di bellissime canzoni di Eric Bibb, questa volta dal gusto blues country, registrate nella campagna inglese. Tutto nasce dall’incontro tra Bibb e gli Haavisto Brothers, Janne, batterista straordinario e Olli, fantastico al dobro e pedal steel, per poi aggiungere a questo interessante gruppo non solo Petri Hakala, virtuoso del mandolino, ma anche e soprattutto una leggenda del basso come Danny Thompson. Dopo una serie di tour di grande successo la band, battezzata Eric Bibb And North Country Far With Danny Thompson, è entrata al Grange di Norwich, con l’ingegnere del suono Dave Williams dietro la consolle per creare un disco di blues dalle squisite contaminazioni country!”
– – – –
I brani
1. The Happiest Man In The World – 3:08   2. Toolin’ Down The Road – 3:24   3. I’ll Farm For You – 3:51   4. Tossin’ An’ Turnin’ – 3:37   5. Creole Café – 4:22   6. Born To Be Your Man – 3:42   7. Prison Of Time – 5:16   8. King Size Bed – 2:37   9. On The Porch – 4:19   10. 1912 Skiing Disaster (instrumental) – 2:10   11. Tell Ol’ Bill – 4:29   12. Wish I could Hold On You Now – 3:58    13. Blueberry Boy (instrumental) – 3:07   14. You Really Got Me – 3:13
I musicisti
Eric Bibb (voce, chitarre a 6 e 12 corde, banjo a 6 corde e guitalele)  Danny Thompson (contrabbasso), Olli Haavisto (dobro, pedal steel, Weissenborn & chitarre acustiche hawaiane Martin), Petri Hakala (mandolino, mandola, violino, chitarra), Janne Haavisto (batteria, percussioni), Ulrika Pontén Bibb (cori) , May Murphy (Irish whistle), Michael Jerome Brown (slide e chitarra a 12 corde) , Pepe Ahlquist (armonica)

– – – –

Nelle note del disco, Eric Bibb ne parla così: “Qualche anno fa, quando vivevo a Helsinki, ho avuto la fortuna di incontrare I fratelli Haavisto – Janne, un dotato batterista, e Olli, un meraviglioso suonatore di dobro e chitarra pedal steel. Oltre a essere dei raffinati musicisti, entrambi hanno una buona esperienza come ingegneri del suono. Siamo diventati amici e abbiamo cominciato a lavorare insieme in vari progetti di registrazione. Olli mi ha poi presentato Petri Hakala che, non solo suona alla grande mandolin e mandola, ma se li costruisce pure! Abbiamo iniziato a suonare concerti pubblicizzati col nome di Eric Bibb and North Country Far. Come molti musicisti, abbiamo condiviso storie di strada, racconti e scambi di nomi. A un certo punto ho detto che anni prima avevo avuto l’occasione di essere in tour con Danny Thompson, il leggendario bassista. Subito dopo, passato qualche giorno, in una seduta di registrazione, Olli mi dice, ‘Sarebbe davvero grande fare un disco con Danny, uno dei miei eroi, nessuna possibilità?’. E così è stato, perché doveva essere! Ci siamo incontrati a The Grange (lo studio dove avevo registrato un album anni fa) vicino a Norfolk, in Inghilterra. Insieme, pochi giorni a luglio, col veteran ingegnere del suono Dave Williams alla console, abbiamo fatto esperienza di un’amicizia bellissima che ci ha arricchiti tutti!”

– – – –

ERIC BIBB torna in Italia a Giugno, già fissata la sua partecipazione al prestigioso Liri Blues Festival di Isola del Liri (Fr), sabato 18 giugno.

Ancora pochissime disponibilità per eventi e festival.

Infoline: 035 732005 – 348 466307 info@geomusic.it

// 11 giugno 2016 // No Comments » // News