Articoli febbraio, 2015

ERIC BIBB IN ITALIA A FINE ANNO

Dopo una lunga attesa, ERIC BIBB, il Signor BLUES, sarà nuovamente in Italia a dicembre 2015. Geomusic sta lavorando al tour con largo anticipo proprio perché le richieste sono tante e non molte le date disponibili.
Eric è considerato uno dei più grandi interpreti viventi del blues acustico ed è richiestissimo in ogni parte del pianeta, che gira in lungo e in largo da anni incantando gli ascoltatori con le magie della sua chitarra e il fascino della voce.

Nell’offrire un folk blues infuso con abile destrezza e realizzato con grazia, Eric non ha problemi nel mettere insieme uno stile tradizionale americano “rootsy” con una sottile sensibilità contemporanea. Come ha ben scritto un critico: “Il canto di Eric e la versatilità della sua chitarra fondono una tale varietà di generi da farne un nuovo blues mondiale”. E un altro: “Eric ha una grande voce, è un performer eccellente e ha una notevole conoscenza delle radici della sua musica”.
– – – –
Disponibile per concerti. Infoline: 035/73.20.05 – 348/44.66.307
– – – –

Da casa Dixiefrog il nuovo album di Eric Bibb Blues People, che è sia un tributo al famoso discorso di Martin Luther King, I Have A Dream, sia un omaggio all’originaria Blues People, i creatori dello stile Afro-Americano celebrato oggi come parte del patrimonio comune dell’umanità. Blues People è un album volontariamente spoglio, totalmente posseduto dallo spirito del blues. Molti buoni amici di Eric hanno fatto in modo di apportare alle sessioni di registrazione il proprio contributo. Un folto gruppo di talenti che comprende The Blind Boys Of Alabama, Taj Mahal, J.J. Milteau, Popa Chubby, Ruthie Foster, Harrison Kennedy, Leyla McCalla, André De Lange e Guy Davis.

// 25 febbraio 2015 // No Comments » // News

HOSOO TRANSMONGOLIA e il suono magico delle steppe asiatiche

I musicisti e i cantanti dell’ensemble Transmongolia vengono tutti dalla Mongolia occidentale, più precisamente dai monti Altai. Ognuno di loro ha completato un corso di studi con tanto di diploma al collegio musicale di stato di Ulaanbaatar, la capitale del paese. Tutti gli artisti non solo hanno ricevuto un’eccellente educazione nel canto armonico, ma sono altrettanto ben preparati per suonare la musica che accompagna il canto con gli strumenti tradizionali: il violino con tastiera a testa di cavallo (lo strumento a corde tipico della Mongolia), il violino basso, l’oboe mongolo e altri vari strumenti a pizzico e a corde.

Guarda il video

– – – –

HOSOO TRANSMONGOLIA sono rappresentati in Italia, in esclusiva, da Geomusic. Disponibili per concerti e festival.
Infoline: 035 732005 – 348 466307

// 13 febbraio 2015 // No Comments » // News