Artisti

FRANCESCO BENOZZO YTIDDO INTERPRETA BOWIE

ITALIA
Poeta, musicista, filologo, Francesco Benozzo è considerato uno dei più accreditati interpreti contemporanei dell’arpa celtica. Poeta e ricercatore oltre che musicista, è stato invitato a suonare in alcuni dei più importanti teatri italiani, oltre che nei maggiori festival europei di musica etnica, guadagnando una menzione speciale della critica ai Folk Awards di Edimburgo per il CD In’tla piöla (2002) e il bollino di Best World Roots Album assegnato dalla rivista statunitense “RootsWorld” (2010). Ha partecipato a tre edizioni del “Printemps des poètes” francese, al “Parma Poesia Festival” (in una performance con Bernardo Lanzetti, voce storica della PFM), e si è esibito con la sua arpa celtica insieme al premio Nobel per la letteratura Wisława Szymborska sul palco del Teatro Valle di Roma. Nel marzo 2012 è stato uno dei quattro poeti stranieri invitati al Festival Literário de Madeira (Portogallo), dove si è esibito in alcuni concerti. Collabora spesso, sul palco e su disco, con il polistrumentista emiliano Fabio Bonvicini. attivo in formazioni quali Parto delle nuvole pesanti, Compagnia dell’asino che porta la croce, Pivaritrìo, Compagnia del Maggio di Frassinoro, Pivenelsacco, Suonabanda.

Ha all’attivo nove album (realizzati in Italia, Gran Bretagna e Danimarca) e un gran numero di pubblicazioni. Ha suonato nei più importanti teatri italiani ed europei e nei maggiori festival mondiali di musica etnica e world. È stato finalista al Premio Tenco e si è aggiudicato la vittoria per due anni consecutivi del Premio nazionale Giovanna Daffini per la musica. Tra le tante collaborazioni internazionali si ricorda quella con John Cale, con Lou Reed nei Velvet Underground, che ha partecipato alla produzione di uno dei suoi primi cd, in Galles.

Sul finire del 2017, Benozzo dà vita al nuovo progetto YTIDDO, conosciuto anche come
BPB - Benozzo Performs Bowie.
Per Francesco (voce, arpa celtica, arpa bardica) è un’occasione unica e peculiare, un dialogo inedito tra due forme d’arte e due artisti per certi versi quasi opposti, per avvicinarsi all’eleganza decadente e solitaria di David Bowie, una specie di alieno neoclassico e un cavaliere errante nei regni dell’ambiguo, la cui estetizzante alchimia sperimentale ha dato vita a un intero firmamento di canzoni malinconico e arborescente.
In questo concerto Francesco Benozzo, il poeta, musicista e filologo modenese esegue alcune canzoni di Bowie riarrangiate e reinterpretate per arpa celtica e arpa
bardica. Il concerto, parte del tour 2018 dell’artista, è legato all’uscita del libro (scritto dallo stesso Benozzo) David Bowie: l’arborescenza della bellezza molteplice (con allegato il CD Ytiddo – BPB), pubblicato dall’editore Universalia di Pordenone (dicembre 2017).

Discografia
- In'tla piola (Sain records, Wales/UK, 2000)
- Carte di mare (MusicOn, ITA, 2001) (con Matteo Meschiari)
- Il libro di Taliesin (Frame Events, ITA, 2004)
- Arpa celtica (Concerto Live, Centro Campostrini, ITA, 2005)
- Terracqueo (Tutl Records, DK, 2009)
- Libertà l'è morta (Tutl Records, DK, 2013) (con Fabio Bonvicini)
- Ponte del diavolo (RadiciMusic, ITA, 2014) (con Fabio Bonvicini)
- L'inverno necessario (Tutl Records, DK, 2016)
- Un Requiem laico (ARCI RE, ITA, 2016) (con Fabio Bonvicini & Frateli Mancuso)
- Ytiddo – BPB (ITA 2017)



 

FRANCESCO BENOZZO YTIDDO INTERPRETA BOWIE