Artisti

VERONICA SBERGIA & MAX DE BERNARDI

ITALIA
“Il blues del buon tempo è vivo e vegeto e si trova in Italia, dalle parti di Milano. gente con una missione!”
Folk & Roots Magazine

“Grande entertainment, e musica che vi stampa un sorriso in faccia. Il pubblico si raduna intorno al palco, entusiasta di questo ‘old style blues’ distribuito a piene mani”
Digital Blues

Veronica Sbergia & Max De Bernardi suonano con passione country blues e ragtime, hokum, jug band e rural music degli anni Venti e Trenta del secolo scorso. Col piacere di tenere viva questa preziosa eredità musicale riproducendo fedelmente le sonorità originali riproposte col tocco della modernità.

Insieme, rappresentano un irresistibile mix di blues, ragtime e Jug band music che suonano utilizzando strumenti esclusivamente acustici come ukulele, washboard, kazoo, chitarre acustiche e resofoniche.

Max & Veronica hanno vinto l’European Blues Challenge che si è tenuto nel 2013 a Tolosa, in Francia, e sono stati selezionati, nel gennaio 2015 per l’International Blues Challenge di Memphis, nel Tennessee.

Sono stati in tour in Austria, Belgio, Stati Uniti, Francia Svizzera, Ungheria, Norvegia, Spagna, Germania, Inghilterra, Scozia, Polonia, Romania.






"Old stories for modern times" è il disco pubblicato nel 2012 da Veronica Sbergia e Max De Bernardi, anime insostituibili dei Red Wine Serenaders, ensemble acclamato dalla stampa specializzata nazionale come “la più bella realtà europea in fatto di country-blues, ragtime, hokum e jugband music” (Il Buscadero). L’album, totalmente acustico, inciso tra i mesi di maggio e dicembre 2011, è registrato in mono e mixato su nastro attraverso consolle analogica. La produzione è volta il più possibile a mantenere le sonorità originali degli strumenti, sfruttando i riverberi naturali dell'ambiente con lʼausilio di microfoni panoramici. Un disco che è un piccolo excursus nella musica popolar-rurale americana dei primi del secolo scorso, dove vengono reinterpretati brani di artisti quali Big Bill Broonzy, Memphis Minnie, Jimmie Rodgers, Sidney Bechet, Lucille Bogan, Bo Carter, Delmore Brothers... i brani sono scelti da un repertorio che va dal 1910 al 1939; eʼ un vero e proprio invito alla riscoperta o, in alcuni casi, alla scoperta dei personaggi che hanno reso grande questa musica con le loro storie; canzoni che divertono, commuovono, ritmi per ballare o farsi cullare. Tra ragtime, folk, pre-war blues, early jazz e gispygrass ascolterete le voci della fascia più debole della popolazione americana e per questo forse la più autentica ed evocativa. Vi sorprenderete scoprendo quante analogie ci siano tra il passato e il presente. Da qui il titolo “Old Stories for Modern Times”, perchè la memoria storica è oggi più che mai fondamentale. Voci, chitarre resofoniche, washboard, ukulele, mandolino, armonica, contrabbasso saranno i protagonisti di un viaggio attraverso le atmosfere del vaudeville, dei medicine show, dei bordelli del primo ʻ900 e delle piantagioni di cotone. Una miscela irresistibile di suoni che fa bene alla salute! Impreziosiscono l’album con la loro arte e bravura due ospiti dʼeccezione: Sugar Blue (leggendario armonicista in passato al fianco di Rolling Stones, Bob Dylan, Willie Dixon e Frank Zappa) e il maestro mondiale della chitarra resofonica Bob Brozman.



 

VERONICA SBERGIA & MAX DE BERNARDI