Artisti

DAVIDE VAN DE SFROOS

ITALIA
L’8 febbraio 2008 è uscito “PICA!”, il nuovo album di Davide Van De Sfroos (Tarantanius/Venus). “Pica!”, che in dialetto laghèe significa “picchia”, rappresenta il suono, la parola e l’invocazione che accompagnava i minatori di Frontale (frazione di Sondalo, comune dell’Alta Valtellina) durante il lavoro. A tre anni di distanza da “Akuaduulza”, il cantautore lombardo pubblica un nuovo album composto da 15 brani, 3 dei quali con testo in italiano e ritornello in dialetto laghée. Ad una settimana dalla pubblicazione, “PICA!” conquista un clamoroso quarto posto nella classifica ufficiale Fimi/Nielsen degli album più venduti in Italia. L’autorevole rivista “Buscadero” dedica a Davide la copertina del numero di febbraio. Il 19 aprile 2008 Davide Van De Sfroos è in concerto, per la prima volta nella sua carriera, nella prestigiosa arena del DatchForum di Assago-Milano: qui si esibisce di fronte a 12.000 persone, facendo registrare un incredibile SOLD-OUT in prevendita !
Davide Bernasconi – nato a Monza (Mi) l’11/05/1965 – è cresciuto a Mezzegra, nel “cuore” del lago di Como. Quasi tutte le sue canzoni fanno capo al lago, al suo spirito profondo, ai suoi lati sporchi e puliti, alle sue luci ad alle ombre, ruotando attraverso tutti i paesi rivieraschi… senza mai però perdere d’occhio la Città. La maggior parte dei testi è pensata, scritta e cantata in dialetto tremezzino (o laghée): una lingua più che un dialetto, resa ancor più realistica e forte da storie (e personaggi - spessissimo dei veri outsider) che, anche se scomode, sono assolutamente poetiche.
Il suo percorso musicale parte da lontano, ma è con l’uscita del cd “Manicomi” (1995) che avviene la consacrazione a livello provinciale. All’inizio del 1997 dà alle stampe – per le edizoni Edlin - il libro di poesie “Perdonato dalle lucertole”. Di seguito riapproda anche sulle scene musicali dove si ripresenta in veste solista (voce e chitarra). Nel 1999 realizza il cd “Breva & Tivan”, un’opera matura e qualitativamente elevata. Sempre nel 1999 gli viene assegnato, a Sanremo, il Premio Tenco, in qualità di “Miglior autore emergente”. Quasi contemporaneamente viene pubblicato il mini-cd, “Per una poma”, una mini-opera in tre canzoni, in cui vengono affrontati in tono scanzonato altrettanti temi biblici, la vicenda di Adamo ed Eva, quella di Caino e Abele e il Diluvio Universale. Nel 2000 viene riportato alla luce un progetto da tempo dimenticato nei cassetti, il “Capitan Slaff”: una favola ambientata in un tempo mitico sul lago. Nell’ottobre del 2001 pubblica, dal titolo, significativo, “…E Semm partii”. L’album entra subito in classifica e registra un successo clamoroso infatti, dopo aver venduto 50.000 copie (disco d’oro), nell’ ottobre 2002, riceve la Targa Tenco 2002 come migliore album in dialetto. Nel gennaio del 2003, esce “Laiv”, come preannuncia la “storpiatura inglese”, un disco quasi interamente registrato dal vivo. Un doppio Cd con 24 brani, tra cui 2 inediti che Davide propone spesso dal vivo e 2 inediti registrati in studio appositamente per questo nuovo disco. L’album sancisce l’esplosione di Davide Van De Sfroos a livello nazionale, vendendo 35.000 copie in quasi tre settimane di vendita. Anno “importante ed appassionante” il 2005. Il 25 febbraio esce “Akuaduulza”, album di inediti (quattordici brani), che registra un ampio consenso di pubblico e critica, raggiungendo l’ennesimo successo di vendite. L’“Akuaduulza Tour” fa tappa nei più importanti Festival d’Europa tra i quali “Pistoia Blues”, “Folkest”, “Rapperswil Jazz & Blues Fest”, “La Notte della Taranta”. Numerosi i concerti in Europa come Madrid, Bruxelles, Berlino, Slovenia e Croazia. Il 3 settembre, su Rai2 va in onda “Nashville – provincia di Como”. Il 23 novembre debutta in libreria “Il mio nome è Herbert Fanucci” (edito Bompiani), un romanzo “on the road” cui la Tremezzina e il Centro lago fanno da scenografia, che in poco meno di un mese vende 20 mila copie. Di prestigio infine – nella prima metà del 2006 – l’esibizione al prestigioso “French Quarter Festival” di New Orleans. Il resto del 2006 Davide lo trascorre in giro per i palchi di tutto il paese. A dicembre 2006 viene pubblicato il suo primo Dvd live “Ventanas – Suoni Luoghi Estate 2006”. A marzo riparte il nuovo Tour 2007 che lo porta come sempre in ogni angolo d’Italia, e per la prima volta anche in Sicilia al prestigioso “Summertime Blues Festival” di Alcamo. L’8 febbraio 2008 esce “PICA!” - nuovo album che esordisce al 4° posto in classifica ! - a cui segue il clamoroso sold-out al Datch-Forum di Assago (MI) del 19 aprile 2008, con cui presenta in anteprima dal vivo l’album di fronte a 12.000 fan in delirio.
Dal 13 novembre 2009 al 29 marzo 2010 ha conquistato moltissimi spettatori grazie al suo "DAVIDE VAN DE SFROOS SHOW", aggiudicandosi parecchi sold out. Nella primavera 2010 il "CLUB TORINO" lo porta in giro nei migliori locali d'Italia e oltre, con tappe in Svizzera, a Londra, a Roma e per la tappa finale nella prestigiosa cornice del Blue Note di Milano.

Formazione:
DAVIDE VAN DE SFROOS - chitarra e voce
ANGAPIEMAGE GALLIANO PERSICO - violino
DAVIDE "BILLA" BRAMBILLA - fisarmonica e tastiere
MAURIZIO "GNOLA" GIELMO - chitarre
PAOLO LEGRAMANDI - basso
MARCELLO "BREAD" SCHENA - batteria

Discografia:
Breva e Tivan – 1999
Per una poma – 1999
E semm partii - 2001
Laiv – 2003
Akuaduulza - 2005
Ventanas - 2006 (DVD)
Pica! - 2008
40 pass - 2009 (Cofanetto 4 CD live)

Libri:
Perdonato dalle lucertole
Capitan Slaff
Le parole sognate dai pesci
Il mio nome è Herbert Fanucci



 

DAVIDE VAN DE SFROOS