Artisti

CARLOS NUÑEZ

GALIZIA/SPAGNA

Chi è Carlos Núñez? È il figlio della Galizia. È nato nel 1971 a Vigo e il rinascimento della musica celtica iberica gli deve molto. È a partire dall’età di otto anni che comincia a suonare il flauto e a dieci la cornamusa galiziana: la gaita.
Dimenticata per lungo tempo, la cultura celtica, in Galizia, è soffocata da 40 anni di dittatura del generale Franco. Carlos Núñez, originario di Vigo dove ha studiato musica classica al conservatorio, acquisisce giovanissimo una solida reputazione che lo porta a essere invitato al Festival Interceltico di Lorient. Cercavano un suonatore di gaita per accompagnare l’Orchestra sinfonica di Lorient sul palco, ed è lui, il giovane galiziano, a essere scelto. Esegue in solo una composizione di Shaun Davey. E non ha che dodici anni…
Al suo primo passaggio al Festival di Lorient riceve il premio Macallan, e così sarà per tre volte di seguito nel 1984, 1985 e 1986! Lo scoprono così gli irlandesi Chieftains, il famoso gruppo è stato il primo con cui Carlos ha fatto concerti in tutto il mondo, un’opportunità che gli permette di conoscere le più grandi sale internazionali. Con loro compone anche la musica per la colonna sonora originale del film “L’isola del tesoro” (con Charlton Heston e Oliver Reed) nel 1989.
Partecipa agli album dei Chieftains, "Treasure Island", "The Long Black Veil" e "Santiago" ed è con naturalezza che li invita a collaborare al suo primo disco, Brotherhood of Stars, nel quale figurano ospiti anche Ry Cooder, la cantante spagnola Luz Casal e la portoghese Dulce Pontes. L’album offre un nuovo punto di vista sulla musica celtica e le sue connessioni con la tradizione galiziana ma anche con la musica latina, medievale e col flamenco.
Dopo un lungo periodo di ricerca, nel 1999 incide il suo secondo album Os Amores Libres, con cui ottiene entusiastiche reazioni da parte di tutta la critica internazionale, ivi compresa l’Italia (Musica di Repubblica lo inserirà nei 20 album da portare in dote al Secondo Millennio). Ancora una volta, Núñez si circonda di ospiti prestigiosi tra cui Noa, Jackson Browne, Mike Scott dei Waterboys, Varmen Linares, Vicente Amigo e Teresa Salgueiro, oltre a una nutrita schiera di musicisti irlandesi (tra cui Sharon Shannon, Liam O’Flynn e Frankie Gavin). L’album riceve una nomination ai Grammy latini.
Nel 2000 esce ”Mayo Longo”, dove Núñez continua il suo discorso musicale tendente a far emergere tutte le connessioni della musica celtica coi ritmi del Mediterraneo, dalla musica sufi marocchina al pop melodico spagnolo.
Del 2003 “Finisterre”, interamente dedicato alla musica bretone che vede ospiti, tra gli altri, Alan Stivell e Dan Ar Braz.
Nel 2004 compone la colonna sonora del film di Amenabar “Il Mare Dentro”: presentato alla Mostra del Cinema di Venezia, vince sia il Golden Globe che l’Oscar quale migliore film straniero.
Nel maggio del 2005, pubblica in Francia “Cinema do mar”, in cui interpreta una selezione di brani celeberrimi della musica classica (come il Bolero di Ravel o il Concerto di Aranjuez) e colonne sonore, da Barry Lindon al Padrino, da True Romance a L’Isola del Tesoro.
Nel 2006, collabora a un’altra colonna sonora, Racconti di terramare del regista Gorō Miyazaki, primo lungometraggio del figlio del noto cineasta giapponese Hayao Miyazaki.
Nel febbraio del 2007, nella stessa settimana in cui si svolgono gli Oscar, esce la versione spagnola di "Cinema do mar", con pezzi di Ryuichi Sakamoto e Dulce Pontes non compresi nella versione francese del 2005.
Nel 2008, partecipa alla Colonna Sonora dei film Silk del regista François Girard e Water Horse la leggenda degli abissi di Jay Russell.
Nel 2010 collabora col parco tematico francese Puy du Fou nella creazione dello spettacolo "The Secret of the Lance".
A gennaio del 2013 si imbarca in un tour di sette date nel Regno Unito con l’amico piper Philip Pickett e un ensemble di musica antica, The Musicians of the Globe.
Continua i tour nel mondo suonando in posti grandi e piccoli. Nel suo primo importante tour nell’America del Nord, nell’ottobre del 2012, è accompagnato dal fratello Xurxo Núñez alle percussioni, Pancho Álvarez alla chitarra, Katie McNally al violino(negli Stati Uniti), l’altra violinista Sahra Featherstone e la cantante Eleanor McCain (in Canada). Si guadagnerà in questa occasione la nomina di "Hendrix delle cornamuse".
Nel 2016 he prende parte al film J: Beyond Flamenco di Carlos Saura, il leggendario regista spagnolo che svela l’energia e la passione della jota, una sorta di valzer originario dell’Aragona, terra natia di Saura. Circondato da musicisti e ballerine, dà vita a un crescendo che finisce per essere uno dei momenti più magici e carichi di energia del film.

Tutte le musiche dei dischi di Carlos Núñez sono il frutto di una perfetta armonia tra differenti generi di musica celtica. Non si tratta solamente di arie scozzesi, irlandesi o iberiche, ma anche di arie bretoni, ebree, arabe, e tanto altro. In ogni album si può ritrovare questo delizioso mélange del genere celtico che attraversa il mondo. È questo che rende tra gli altri Carlos Núñez un musicista ancor più degno di nota.

Discografia:
- A Irmandade das Estrelas – 1997
- Os Amores Libres – 1999
- Mayo Longo – 2000
- Todos os Mundos – 2002
- Un Galicien en Bretagne – 2003
- Carlos Núñez y Amigos ‘En Directo’ – 2004
- Cinema do Mar – 2005
- Almas de Fisterra – 2006
- Cinema do mar - 2007 (CD+DVD)
- Gedo Senki - 2007 (colonna sonora di 'Racconti di Terramare', uscito solo in Giappone)
- Alborada do Brasil – 2009
- Discover – 2012
- Inter-Celtic - 2014



 

CARLOS NUÑEZ