SIRTOS IN ITALIA CON SUONI E DANZE GRECHE

I SIRTOS tornano in Italia, e saranno in concerto al
Castello di Torrechiara (Langhirano, provincia di Parma) il 22 luglio.

Sono disponibili nei giorni 2 e 24 luglio per concerti, eventi e festival, un graditissimo ritorno per una bellissima serata all’insegna della musica del mediterraneo.

infoline: 348 4466307 info@geomusic.it 

Dalla comunità greca di Budapest questa eccellente formazione sulle scene da più di trentacinque anni per proporre canti, musiche e danze delle isole greche, di Tracia e della penisola balcanica; ballate e ataviche melodie si alternano a ritmi asimmetrici fortemente influenzati dal vicino Medio Oriente, in un susseguirsi di brani dai forti accenti mediterranei. I componenti di Sirtos provengono dall’isola di Creta e di quella parte di terra ellenica sanno trasmettere i più caratteristici umori.
Il gruppo si forma nell’autunno del 1980. All’epoca, la scelta preferita degli amanti della musica folk cadeva dalle loro parti nelle “táncház” (vere e proprie sale da ballo con musica tradizionale dal vivo). Alla tenera età di un anno, i Sirtos ereditano il palco del Danúvia Cultural Center, acquisendo così l’opportunità di lanciare la loro dance house.
Seguono tournée nazionali e poi, nel 1982, la prima performance in Grecia. L’accoglienza del pubblico ellenico, che li apprezza con calore, sarà uno stimolo incredibile al lavoro futuro. Si danno da fare per costruire un ampio repertorio musicale, aumentando parallelamente il numero degli strumenti suonati. Nello stesso tempo, effettuano numerose registrazioni per i programmi di musica folk della Radio ungherese e apprendono le tecniche esecutive della strumentazione popolare da maestri locali nel corso dei tour in Grecia.
Dal 1986 in poi, cominciano ad aprirsi le porte dell’Europa Occidentale. Suonano così in Olanda e Belgio, poi in Austria e Germania. La prova migliore del successo ottenuto sta nel fatto che il pubblico di questi paesi ne aspetta il ritorno di anno in anno.
Al concerto di Budapest del famoso compositore Mikis Theodorakis, i Sirtos hanno l’onore di aprire la serata, ottenendo un grande successo.
Dal 1993 si dedicano a visitare ogni estate i paesi del Mediterraneo e sono ospiti fissi in Italia, che hanno girato in lungo e in largo, essendo stati praticamente un po’ ovunque, dalle Alpi alla Sicilia. Seguono Spagna e Portogallo, dove sono stati più volte.

Continuano a viaggiare, in quel che loro stessi definiscono “rilassamento attivo”. Nel 2000 entrano in contatto col Balletto dell’Opera di Stato Ungherese per l’esecuzione di Zorba e, dopo un tour in Turchia, sono a Budapest col balletto stesso.

Il nome Sirtos viene da una danza popolare molto nota in Grecia. Nel corso della carriera, hanno continuato a gestire la loro sala da ballo, caso più unico che raro per un gruppo musicale. Dopo dieci anni però, il Danúvia chiude e si spostano all’Almássy tér dove ogni domenica negli ultimi venticinque anni il pubblico ha avuto l’opportunità di vederli e ascoltarli.
Ad oggi hanno inciso quattro album e hanno festeggiato nel 2005, con un grande concerto a Budapest, il quarto di secolo di attività.

Da allora il gruppo ha continuato a girare il mondo portando ovunque musica, voci e danze delle loro radici, mai abbandonate ma sempre coltivate con attenzione al rinnovamento per rinnovarne la fioritura. Vicini ormai al quarantesimo di attività si confermano formazione compatta e creativa, famosa in tutto il mondo per la grande comunicatività e la capacità di coinvolgere (e di far ballare!) anche il pubblico… più statico!

Formazione:
ANDREAS LEHOUDIS – bouzouki, chitarra, dzurato, baglama, lauto, voce
JUHÁSZ KATALIN – violino, baglama, voce
PALLAI ETELKA – armonica, kaval, tastiere, chitarra e voce
BACSKAY ZSUZSA – chitarra basso, violoncello e voce
PÁSZTI PÉTER – percussioni, chitarra e voce

Discografia:
Sirtos – 1985 (Hungaroton)
Greek Folk Music – 1990 (Harmonia Mundi)
Greek Music – 1995 (autoprodotto)
Greek Dances – 2008