ERIC BIBB: a dicembre con STAFFAN ASTNER

ERIC BIBB, il Signor BLUES sarà nuovamente in Italia il prossimo dicembre per presentare l’album “Troubadour Live”, accompagnato dal chitarrista STAFFAN ASTNER. Queste le date già fissate:

1 dicembre – NEMBRO (Bg) Auditorum Modernissimo – ore 21.00 – 12 euro; apre ROBI ZONCA BAND nella serata dedicata alla presentazione della rivista IL BLUES
2 dicembre – CASALE MONFERRATO (Al) Teatro
3 dicembre – COSIO VALTELLINO fraz. REGOLEDO (So) Teatro Frassati

4 dicembre – MAROSTICA (Vi) Panic Jazz Club
7 dicembre – GENOVA Palazzo Ducale, Sala del Minor Consiglio

8 dicembre – LUGAGNANO di SONA (Vr) Club Il Giardino
9 dicembre – PIACENZA Basilica di S. Maria Campagna

– – – –

Eric è considerato uno dei più grandi interpreti viventi del blues acustico. Già vincitore del DownBeat Critics Poll per la categoria “Blues Album” con l’ultimo “Booker’s Guitar” si è aggiudicato anche la palma di “Miglior disco dell’anno per la Black Music” assegnatagli dalla rivista italiana JAM. Ancora complimenti Eric!
Nell’offrire un folk blues infuso con abile destrezza e realizzato con grazia, Eric non ha problemi nel mettere insieme uno stile tradizionale americano “rootsy” con una sottile sensibilità contemporanea. Come ha ben scritto un critico: “Il canto di Eric e la versatilità della sua chitarra fondono una tale varietà di generi da farne un nuovo blues mondiale”. E un altro: “Eric ha una grande voce, è un performer eccellente e ha una notevole conoscenza delle radici della sua musica”.

– – – –

Disponibile per concerti. Infoline: 035/73.20.05

– – – –

E’ uscito il 10 maggio 2011 Troubadour Live, il nuovo album di ERIC BIBB che cattura una delle più energetiche performance dal vivo del bluesman statunitense. È lui stesso a presentarcelo:

“Dopo molti ambiziosi album di studio, volevo davvero documentare, e dividere con il grande pubblico, quel che stavo facendo dal vivo sul palco” ha dichiarato in proposito Bibb. “Considerato il gran numero di tour negli ultimi anni, restava una finestra con l’opportunità di coinvolgere alcuni validi musicisti con cui mi piace lavorare sia dal vivo che in studio, e alla fine ci siamo riusciti in questo concerto.”

Tra questi “validi musicisti” il chitarrista svedese Steffan Astner, che ha registrato e suonato con un gran numero di artisti di ogni parte del mondo, in qualsiasi stile che si possa immaginare, tra cui Ray Charles, Ian Hunter, Celine Dion, Kim Richey, Roxette e tanti altri.

Ci sono anche Glen Scott, Andre De Lange e Paris Renita, il trio gospel conosciuto come Psalm4. Nel corso degli anni, Bibb ha lavorato coi tre cantanti sia singolarmente che a livello di gruppo, tanto in studio quanto dal vivo. “Sapendo come avevamo lavorato bene nel passato, gli ho chiesto di raggiungermi per qualche pezzo di questa mia performance” dice ancora Bibb, “un buon modo per ritrovare dei vecchi amici.”

“Un disco dal vivo è un’occasione per dare alla gente un’idea di come un artista intenda la comunicazione col proprio pubblico, e io credo che questo disco ci sia riuscito. È intimo, raccolto, e questa è una gran parte del lavoro che faccio. A volte suono davanti a grandi folle. Ma credo che il mio forte sia essere capace di stare vicino a chi mi ascolta in quella sera, dando loro un messaggio che possano portare con sé a fine concerto. Credo che Troubadour Live sappia rendere bene questo momento di connessione.”